Viaggi spirituali: Cosa sono e perché dovresti farli almeno una volta nella vita

Cosa sono i viaggi spirituali? Alcuni hanno alcune idee vaghe al riguardo, ma non molti ne percepiscono davvero il significato. Ho notato spesso che, molti hanno una concezione piuttosto religiosa o mistica al riguardo.

Anche io, prima fra tutti, fino a qualche tempo fa, ero piuttosto ignorante al riguardo. Non è colpa nostra, ma spesso, come in ogni altro ambito, ci facciamo contagiare dalle notizie stereotipate che vengono filtrate dai media.

Andiamo al sodo allora. Ti starai chiedendo, di che cosa tratta, davvero, un viaggio spirituale. Fare un viaggio spirituale, non significa approcciarsi ad una nuova religione, come il buddhismo o l’induismo.

Foto di pilgrimpassing da Pixabay

Religione e spiritualismo sono due cose ben distinte. E non è necessario nemmeno abbracciare quest’ultimo per poter intraprendere un viaggio spirituale. Il viaggio riguarda solo e soltanto te.

Un viaggio spirituale è un percorso che facciamo. Nel dettaglio, si tratta di viaggi, in cui puoi trovare risposte riguardo al tuo Io interiore, o alla vita di tutti i giorni.

Oppure, immerso nello stesso viaggio, puoi andare alla scoperta di domande che non sapevi di doverti porre.

Foto di StockSnap da Pixabay.

Proprio per questo ritengo che sia necessario fare un viaggio di questo tipo per ognuno di noi almeno una volta durante la nostra esistenza. Ci sono sempre momenti nella vita, in cui ci sentiamo un po’ in crisi con noi stessi, o con il mondo.

Ci sono momenti in cui ci sentiamo infelici, e non sappiamo neanche il perché. Ci sentiamo smarriti, o semplicemente, sentiamo come se qualcosa mancasse.

Questi sono i momenti in cui, prendere lo zaino in spalla, e intraprendere questo percorso, è la cosa migliore che puoi decidere di fare.

Dove andare nei viaggi spirituali

Foto di Minh Thái Lê da Pixabay.

Una delle cose che spaventa di più, è che quando si parla di viaggi spirituali si pensa sempre a mete lontane e fuori dalla nostra portata. Spesso non ce li possiamo permettere, e allora accantoniamo l’idea velocemente come è arrivata.

Bè, ti svelo un segreto, per fare dei viaggi spirituali non hai bisogno di andare chissà dove. Come accennavo prima, si tratta di un percorso interiore, in cui lo sfondo può giocare un ruolo importante, ma non è fondamentale.

Infatti, non per niente, esistono numerose mete che prevedono questo percorso. E diversi tipi di viaggio in sé. Esistono quelli in solitaria, e quelli sociali.

Puoi decidere di intraprendere un viaggio zaino in spalla immerso nella natura selvaggia, o più semplicemente farti abbracciare dalla spiritualità di un monastero.

Io potrei aver bisogno di nuove sfide fisiche, mentre tu potresti aver bisogno di un viaggio verso la pace interiore. Ognuno di noi è diverso, e ognuno di noi ha bisogno di cose diverse. Ecco perché ho stilato una piccola lista da cui puoi trarre qualche idea per te stesso.

Intraprendere un cammino verso un luogo simbolico

Foto di Andre_Grunden da Pixabay

Camminare di per sé porta numerosi benefici, tra cui il buonumore. Camminare all’aria aperta ci fa bene, e allontana i cattivi pensieri. Questa attività può essere vista anche in maniera simbolica.

Raggiungere un traguardo, sapere che siamo in grado di farlo, può aiutarci a vivere il viaggio più importante. Quello che stiamo vivendo dentro di noi.

Il paesaggio in continuo mutamento che ti accompagna fino alla fine, le sfide che troverai lungo il percorso, e il senso di sfida con te stesso ti aiuteranno a ritrovare te stesso.

Se sei amante di questa attività, saprai già i percorsi più noti. Primo fra tutti, il cammino di Santiago de Compostela, che unisce religiosità al viaggio interiore.

Sullo stesso tema ce ne sono molti altri, come quello verso la Terra Santa o Medjugorje. Esperienze uniche e magiche, anche se non si è particolarmente religiosi.

Però, non è necessario spingerci così lontani. Anche in Italia esistono numerosi percorsi, con mete affascinanti, come la Via Francigena verso Roma. Un itinerario immerso nella natura e cultura.

Immergersi nella natura selvaggia

Foto di USA-Reiseblogger da Pixabay

Come dicevo prima. Non è necessario andare dall’altro capo del mondo per ritrovare sé stessi. Spesso questo è possibile trovando un luogo che ci fa stare bene.

A volte, quello di cui abbiamo bisogno, è riconnetterci con il nostro io primordiale. La natura gioca un ruolo fondamentale in questo aspetto. In questi viaggi spirituali, è la natura che si prende cura di noi, che dal canto nostro, non dobbiamo fare altro che lasciarci cullare da essa.

L’Italia è piena di boschi dove poterci smarrire e ritrovare. Mentre se vorresti congiungerti spiritualmente alle più antiche forme di vita esistenti, il Sequoia National Park in California potrebbe fare al caso tuo.

Qui, si trovano le sequoie più imponenti al mondo. Meditare tra tanta maestosità, renderà l’esperienza unica e molto intensa, dovuta anche all’aria ricca che si respira nella foresta.

Riscoprire sé stessi tra le onde del mare

Foto di 453169 da Pixabay

Il mare, altro soggetto primordiale. Il mare ci porta sempre forti grandi sensazioni di libertà. Un tempo, recarsi in spiaggia per curare il proprio benessere fisico e mentale, era la prassi.

Quindi perché abbandonare le buone abitudini? Se vivi nel nostro Bel Paese, sei sicuramente molto fortunato. Le mete di mare sono infinite e facili da raggiungere da qualsiasi parte dell’Italia.

Tuttavia, le zone turistiche sono da bannare, se vuoi intraprendere un vero viaggio spirituale. Prediligi le coste meno frequentate per entrare in una comunione di pace e sensi.

Per chi ama la potenza che travolge lo spirito, la scogliera sarà il luogo ideale. Andando all’estero puoi abbracciare antiche sensazioni tramite la potenza delle scogliere della Scozia.

Abbandona invece le tue ansie avvolto dalla brezza marina dei paesaggi caratteristici delle riserve naturali. Yoga in riva al mare è un’esperienza magica.

Se invece vuoi rifugiarti il più lontano possibile, mete come l’Indonesia, potrebbero fare al caso tuo. Anche se molto inflazionata, questa meta fatta di paesaggi paradisiaci, ti aiuterà ad entrare con grande intensità verso le porte del tuo Io interiore.

Scalare il proprio Io in alta quota

Foto di robi-idris da Pixabay

Il viaggio spirituale è un viaggio dentro sé stessi. Lo facciamo prevalentemente per dare risposta a problematiche della vita quotidiana. Trovare soluzioni.

E quale miglior modo di farlo, se non con una sfida contro di sé? Certe volte abbiamo bisogno di situazioni che ci mettono alla prova per capire come siamo fatti veramente.

Puoi intraprendere un viaggio in tal senso molto più facilmente di quanto credi. L’Italia è ricca di mete ad alta quota. Con il giusto equipaggiamento, e addestramento, per i casi più estremi, potrai scalare la vetta che sta dentro di te.

Il Monte Bianco, con i suoi ghiacciai e fauna selvaggia,potrebbe essere un traguardo straordinario. Sfidando i tuoi limiti di volta in volta, scoprirai che è possibile trovare una forte pace interiore difficile da abbandonare.

Perché davanti a tanta immensità, i nostri problemi diverranno piccoli, come una casa vista dalla cima di una montagna.

Farsi avvolgere da una pace religiosa

Foto di Sasin Tipchai da Pixabay

Per molti trovare l’armonia interiore deve essere un viaggio estremamente spirituale o religioso. Se anche tu la pensi allo stesso modo, sarai felice di sapere che esistono tantissimi luoghi che ti permettono di immergerti completamente in questo mondo.

L’Italia è una delle mete preferite in tal senso, con i suoi numerosi monasteri e conventi. Non c’è bisogno di spostarsi troppo. Ogni regione ha quello che cerchi.

Una fra tante la Toscana, con la sua moltitudine di strutture storiche e religiose. Luoghi dove viene abbandonata la tecnologia a favore dell’essenzialismo, per ritrovare la serenità.

Per chi invece ha bisogno di altri tipi di ritiri spirituali, esistono numerose mete estere. Famosissima l’India sotto questo punto di vista. Ma anche il Nepal, il Giappone o il Tibet sono delle mete uniche.

Il totale silenzio, i riti monastici, tra meditazione e yoga, ti aiuteranno a condurti in un viaggio interiore che non ha eguali.

E tu, stai programmando un viaggio spirituale? Racconta nei commenti come vorresti volare nel tuo mondo interiore.

Per ritrovare in vece la serenità ogni giorno leggi La dolce vita.

5 commenti

  1. È davvero interessante!! Mi hai dato delle ottime idee per il mio prossimo viaggio.. Grazie Black Raven

  2. Mi piacerebbe andare in India per riscoprire la semplicità delle cose e vedere il mondo da un punto di vista diverso da quello che è la vita di città:)

  3. sempre voluto andare in Scozia, e mi hai dato un ulteriore ragione per andarci prima o poi

  4. Hai riassunto perfettamente il concetto di viaggio spirituale. Ho attraversato momenti in cui avevo bisogno di riordinare le idee e la prima occasione di ferie era (ed è tuttora) l’occasione per rimescolare le carte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *