Odiare o amare Londra: ecco come capire se Londra fa al caso tuo

Vi svelo un segreto: tutti odiano Londra, ma allo stesso tempo la maggior parte ne resta affascinata. Io mi unisco al coro di questi ultimi. A volte è difficile scegliere se odiare o amare Londra. All’inizio del mio percorso a Londra, odiavo la città. Grigia, uggiosa e senza sosta.

Sir, when a man is tired of London, he is tired of life; for there is in London all that life can afford. / Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco della vita, perché a Londra si trova tutto ciò che la vita può offrire.

Samuel Johnson

Poi qualcosa è cambiato. Non so dire esattamente cosa. Ma cominciavo a vedere sfaccettature che gli altri non coglievano, o a cui io stessa non avevo fatto caso.

La vita comincia ad assorbirmi ogni giorno di più, e adesso posso dire che, nonostante tornare in Sicilia mi fa avvertire un forte senso di malinconia, Londra è casa mia.

Non ho ottenuto il lavoro dei sogni, anzi il contrario, sono ancora alla ricerca della mia identità professionale. Non ho trovato l’amore della mia vita, solo un cuore spezzato. Non ho trovato la fortuna.

Ma allora come fai ad amare Londra? Probabilmente è la domanda che vi sta frullando in testa proprio adesso. Le mie esperienze a Londra sono diverse e uguali a milioni di persone che si sono trasferite qui nel corso degli anni.

Eppure, a me hanno fatto maturare un forte attaccamento verso la città, mentre ad altri, li ha fatti desistere e scappare via. Credo che la differenza stia nel nostro passato. In ciò che ci lega alla nostra terra natale, e ci fa vedere in una prospettiva diversa la realtà.

Ma adesso basta con i soliti spiegoni pseudo esistenziali e andiamo al sodo. Perché odiare o amare Londra? Ho chiesto in giro e fatto un po’ di ricerca, e ho trovato che i punti su cui si discute maggiormente, sul perché odiare o amare Londra, sono i seguenti:

  • 1. La vita a Londra fa schifo
  • 2. Londra è troppo cara
  • 3. A Londra ci si sente soli
  • 4. Londra è grigia e piove sempre

Ma vediamo nel dettaglio perché odiare o amare Londra in questi quattro punti:

Foto di Greg Plominski da Pixabay

1. La vita a Londra fa schifo

Ho sentito ripetere questa frase centinaia di volte, e penso che chiunque viva a Londra l’abbia sentita nominare almeno una volta. Sappiamo tutti che lo stile di vita italiano è quasi imbattibile.

Siamo tra i migliori al mondo che sanno come godersi la vita. Questo aspetto ci penalizza, dunque, quando poi ci trasferiamo in un’altra città europea. Ma perché poi?

Perché andiamo a cercare quelle cose a cui eravamo abituati anche fuori, rimanendone alla fine delusi. Spesso non si riesce a capire che ogni luogo è unico e bisogna adattarsi ad esso, e non il contrario.

Non ti puoi aspettare di trovare la stessa pizza del tuo ristorante di fiducia a Londra. O di incontrarsi per fare l’aperitivo all’italiana (anche se in realtà è possibile, eccome).

Foto di Free-Photos da Pixabay

Londra è così grande, multiculturale e adattabile a chiunque che dire che Londra faccia schifo, è quasi un ossimoro.

Il problema è che ognuno di noi ha delle esigenze, e spetta a noi capire come accontentarle, perché a Londra si può.

Quando vivevo a Brixton mi è capitato anche a me di dire questa frase, perché ero rinchiusa in un mondo che me lo facesse pensare. Tutto sembrava brutto, frenetico e pericoloso perché vivevo lì.

Mi è bastato trasferirmi in una zona vicino Notting Hill per farmi totalmente capovolgere la mia prospettiva della città.

Adesso non sono qui a dire che la città sia perfetta e senza problemi per quanto riguarda lo stile di vita, ma adattarsi è una cosa fondamentale per chi decide di spostarsi e iniziare una nuova vita.

2. Londra è troppo cara

Londra è troppo cara. È vero. Gli affitti sono da capogiro, ogni alimento acquistato al supermercato sembra costare il doppio che in Italia (non ne sono più tanto certa di questa grande differenza) e andare al ristorante non se ne parla proprio.

Queste sono le cose che tutti mi dicono quando mi parlano di questo aspetto. E io sono pure d’accordo. Se non per il fatto che se fossi ancora a casa mia, starei a chiedere i soldi a mia mamma anche solo per uscire con le amiche.

Da quando vivo a Londra sono diventata indipendente. A volte faccio fatica, non lo nego, ma mi passo tutti i capricci che voglio. Parto, vado a cena fuori, vado a bere con gli amici e cerco di crearmi una carriera professionale. Scegliere se odiare o amare Londra, sotto questa prospettiva, è un po’ superfluo.

Il tutto, senza chiedere un centesimo ai miei. Cosa che sembra quasi scontata ma che, da dove vengo io, non lo è affatto. Nel sud Italia un giovane su due è disoccupato, e a molti la cosa sembra nemmeno preoccupare.

Londra non ti rende ricco e la vita qui ha un conto salato a fine mese, ma allo stesso tempo, hai l’opportunità di poter crescere, conoscere sempre nuove persone con un differente tracciato dal tuo, cambiare ed evolverti se solo tu in prima persona hai la volontà di farlo.

Non è facile, non mentirò. Io stessa mi sono crogiolata negli allori, perdendo tempo in modi che avrei potuto sfruttare meglio. Ma questa è la vita, e sbagliando si impara. Cosi dicono i migliori 😊

3. A Londra ci si sente soli

A Londra ci si sente soli. E chi sono io per negarlo? Parte della mia famiglia vive qua a Londra e di conseguenza sono l’ultima che è libera di parola, giusto?

Diversi studi hanno stabilito che Londra è una delle città che ti fa sentire più solo. Facendo qualche ricerca online ho trovato tantissimi titoli al riguardo, con allegate esperienze.

E non mentirò, alcune di esse mi hanno messo tristezza. Alcuni miei amici mia hanno confermato di sentirsi soli a volte, e che gli mancasse casa.

Purtroppo, Londra può essere una città immensa, anche se ben collegata. Andare a vivere a nord o a sud, può far sembrare come se si stesse andando a vivere in una altra città.

Le giornate sono spesso piene ed impegnative, quindi a volte si preferisce solo andare a casa dopo il lavoro. Altri dicono invece che creare rapporti sociali sia proprio difficile.

Foto di Belinda Cave da Pixabay

Rispetto sempre l’opinione altrui, specie quando è così popolare, ma non posso condividere queste idee.

Io sono qui a parlarvi della mia vita a Londra, e per mia esperienza personale ho stretto legami e rapporti che in Italia neanche speravo. Dovunque vada, sono riuscita a instaurare rapporti duraturi e costruttivi.

Ho conosciuto persone che mi hanno dato consigli che non dimenticherò, altre persone piene di vissuto che mi hanno aiutato a maturare, e chi mi ha sostenuto nei momenti bui.

Certo, c’è sempre chi se ne va lungo la strada, ma questo è normale dovunque. La gente si lamenta perché non riesce a stabilire rapporti solidi con altri, e quando io gli chiedo, ma tu cosa fai davvero per mantenerli? Aspetti che siano gli altri a cercarti? Ti impegni mai per tenerli vivi?

La risposta è sempre la stessa: in realtà non faccio poi un granché. E gli inglesi che sono freddi o asociali? Sì, ce ne sono tanti, e sono anche falsi e antipatici, ma poi tra loro ci sono quelli affettuosi e premurosi. Ricorda, mai fare di tutta l’erba un fascio 😉

4. Londra è grigia e piove sempre

E qua sicuramente starai a pensare, e ora che ti vuoi inventare stavolta? A Londra piove, è un fatto. In Italia, il bel paese, ci sono le stagioni. Inverno, primavera, estate, autunno.

Mentre a Londra c’è solo inverno intervallato da un autunno semi primavera. Beh, non vorrei contraddirvi, ma siamo a luglio e il caldo è asfissiante.

Scherzi a parte, è vero che a Londra non c’è lo stesso clima che in Italia. Io in realtà, non la vedo come una connotazione negativa.

La maggior parte delle persone che vive a Londra, spende cinque giorni alla settimana a lavoro, se non di più.

Quindi, non so te,ma vedere una bella giornata con la gente fuori a godersela, mentre io sono rinchiusa nel mio posto di lavoro, mi procura sempre una grande frustrazione.

Foto di Kewin Łagowski da Pixabay

Infatti, spero sempre che ci sia una brutta giornata 😊, tanto poi le vacanze le facciamo sempre dove possiamo goderci il caldo (un’altro motivo da aggiungere per voler viaggiare. Scopri gli altri qui). Ma capisco che questa sia una visione piuttosto personale e per molte persone il tempo rappresenta un fattore determinante nell’ odiare o amare Londra.

Però, tengo a precisare che quando si parla di pioggia a Londra, non è la stessa delle nostre parti. Si tratta per lo più di una pioggerellina costante che non rovina affatto una giornata.

Non mi è mai capitato di dover rimandare un’uscita o un appuntamento per il mal tempo. Cosa che invece a casa mia era piuttosto frequente in inverno. E le stagioni esistono, solo che sono meno marcate rispetto alle nostre.

Arrivati alla fine vorrei come al solito precisare, che si tratta di opinioni personali, e non universali. Come diceva Benjamin Disraeli, Londra è una moderna Babilonia.

È così ricca culturalmente e complessa che può darti tantissimo, o renderti infelice. Ritengo, però, che ogni città debba essere valutata in base alla sua storia e tradizione.

Basandoci su ciò, spetta a noi valutare in anticipo se quella città può fare al caso nostro, se in un futuro potremmo essere in grado di chiamarla casa.

E tu cosa ne pensi di Londra? Condividi la tua esperienza nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *