Come ottenere i nostri obiettivi: 3 Motivi che ci impediscono di raggiungerli

È da qualche giorno che mi frulla in testa una riflessione. Così ho pensato di condividerla con voi. Per un motivo o per l’altro, spesso, non riusciamo ad ottenere i nostri obiettivi. Ma perché?

Le persone, le società e tutto il mondo è permeato di pregiudizi. Spesso questo influenza così tanto la nostra vita che non ce ne rendiamo nemmeno conto.

Foto di Free-Photos da Pixabay

Potrebbe anche capitare che queste idee possano offuscare i nostri obiettivi, o addirittura ci impediscano di crearli.

Questo mio pensiero, che ho sempre avuto, l’ho sentito maggiormente da quando mi sono approcciata di più allo yoga e la filosofia che ci sta dietro.

Superare le barriere culturali

Foto di Welcome to all and thank you for your visit ! ツ da Pixabay

Una persona, una volta, molto affascinata da quello che potevo fare tramite lo yoga, mi ha approcciata chiedendomi qualche opinione, o consiglio, al riguardo. Poi però, dopo averla incoraggiata verso la pratica, mi rispose: No, ma guarda, io non sono Buddhista.

In realtà lo yoga va oltre la religione, e non se ne deve abbracciare un’altra per iniziare la pratica. Sicuramente, dietro c’è una filosofia che dà molti benefici.

Ma questo è un altro discorso. Questo dimostra, invece, che la nostra società ci può inculcare delle idee che, se non affrontate, possono frenarci dal raggiungere i nostri interessi.

Questi freni possono essere dovuti non solo dalla religione, ma anche dalla nostra cultura. Abbiamo paura che la nostra condotta possa offendere o turbare qualcuno.

Di conseguenza, non riusciamo ad ottenere i nostri obiettivi, ritenuti non idonei al nostro stile di vita. Per questo è fondamentale tenere una mente sempre aperta e istruita.

Il modo migliore per farlo è continuare ad apprendere nuove cose, e a viaggiare. Queste due cose, ci aiuteranno a sviluppare un’autoconsapevolezza, che ci darà la forza per lottare nelle cose in cui crediamo.

Crediamo di non essere abbastanza

Foto di Irina L da Pixabay

O semplicemente crediamo che non sia la cosa giusta da fare perché non ne sappiamo abbastanza. Invece si dovrebbe affrontare una materia per capire se, una scelta, sia quella adatta a noi.

A volte invece i pregiudizi sono proprio su noi stessi. Pensiamo di non essere in grado di fare qualcosa, quindi non la facciamo affatto. Ci precludiamo delle opportunità senza nemmeno provarci.

Sempre facendo l’esempio dello yoga, molti credono che ci voglia il fisico adatto per iniziare a praticare.

In realtà il fisico “adatto” lo può raggiungere chiunque abbia tanta voglia di imparare. Magari c’è chi parte con una buona elasticità, ma non è quello il fulcro di questa pratica, ma è lo stesso un obiettivo raggiungibile anche dai meno esperti.

Quindi, per una volta, evitiamo di essere così severi con noi stessi, e buttiamoci tra la folla. Come si dice, la fortuna aiuta gli audaci.

La comfort zone che ci perseguita

Foto di Hermann Traub da Pixabay

Ultimo peso che ci trattiene dai nostri obiettivi o sogni, sono le scuse. Ebbene sì, quante ce ne creiamo ogni giorno. Ci culliamo con esse, quasi a confortarci.

Non facciamo quel viaggio ripromesso da tanto perché dobbiamo ancora pagare l’ultimo iPhone acquistato, quindi, figuriamoci.

Oppure siamo troppo impegnati con il lavoro per poter fare quelle lezioni di Vinyasa a cui pensiamo sempre.

La verità è che ci creiamo delle scuse per evitare il fallimento. È un meccanismo di autodifesa della nostra mente. Difficile uscire da questo pensiero controproducente, ma dobbiamo farlo. Come? Imparando a creare compromessi.

Quando pensiamo di essere troppo impegnati, in realtà, a volte, siamo semplicemente disorganizzati. Crea un calendario, o usa un’agenda. Sono strumenti che possono sembrare banali, ma che possono fare la differenza.

Foto di hojun Kang da Pixabay

Inoltre, tenere aggiornati tutti i risultati ottenuti, è utile per rafforzare la nostra autostima e determinazione.

Basta poco per migliorare la nostra routine e inserire pian piano nuove abitudini. Non dobbiamo farci investire da un’ondata di cambiamento.

Un’ora al giorno per imparare qualcosa di nuovo, può fare una grande differenza. Se vuoi risparmiare, comincia a farlo, e vedrai che ci riuscirai. Ma se non inizi mai, non vedrai mai le spiagge dei tuoi sogni.

A tal proposito, forse non sai che viaggiare ci aiuta in questo senso. Ci aiuta ad avere una mente più aperta e a trovare nuove soluzioni alle sfide quotidiane. Se vuoi approfondire come viaggiare ci rende più felici, clicca qui.

Ottenere i nostri obiettivi non è facile, ma con determinazione, possiamo farcela.

E tu, tu cosa fai per combattere i piccoli ostacoli che ci mettiamo davanti ogni giorno? Condividi la tua opinione in merito lasciando un commento 😊

17 commenti

  1. Bellissimo articolo!! Un’ora al giorno non è tanto!! Ottimo consiglio

  2. Concordo, la negatività e la bassa autostima sono i miei nemici di ogni giorno. Ma iniziare con piccoli positivo cambiamenti è un un’ottimo consiglio =)

    1. Author

      Questo è il giusto spirito! Un passo alla volta <3

  3. Quante verità. L’educazione e le abitudini che ci vengono insegnate dalla famiglia provocano mille debolezze. Purtroppo è più faticoso andare oltre piuttosto che uniformarsi e se solo hai un pensiero diverso ti senti immediatamente inferiore. La capacità di differenziarti ti rende unico. Mi hai dato ottimi spunti per riflettere.

    1. Author

      Grazie per la condivisione! Purtroppo è vero, spesso i nostri vincoli più grandi sono determinati dal contesto sociale.

  4. Il viaggio è sicuramente uno dei mezzi che ci aiuta a superare i nostri egoismi e le nostre chiusure. Ci obbliga a confrontarci, a capirci per capire gli altri.

    1. Author

      Proprio così ! Viaggiare fa bene all’anima.

  5. Quanta verità in queste tue parole! Quella comfort zone che ci fa rinunciare a così tante cose che apporterebbero conoscenza, esperienza, emozioni alla nostra vita! Uscire dalla comfort zone è difficile, eccome se lo è, ma quando lo si fa si vive più intensamente forse perché si seguono i nostri sogni…non quelli degli altri 🙂

    1. Author

      Niente di più vero! Non è facile, ma bisogna farlo.

  6. Mi rivedo moltissimo nei punti due e tre. Io credo di essere sempre la mia nemica numero uno. Io quella che sottovaluta le mie possibilità e sempre io a farmi mille paranoie quando esco anche solo leggermente dalla mia comfort zone. Viaggiare però mi sta aiutando molto a migliorami in questo!

    1. Author

      Continua così! Viaggiare ci aiuta davvero tanto

  7. Mi sono rivista molto nella tua riflessione, soprattutto per quanto riguarda il doversi scontrare con la comfort zone e limiti auto-imposti.. credo che rappresentino la sfida più grande!

  8. Purtroppo è vero spesso ci limitiamo da soli per paura di metterci in gioco, di provare una nuova esperienza e come dici di abbandonare la comfort zone. Il viaggio però è una bella scuola di vita ci abitua all’imprevisto, ci apre la mente, teniamone conto noi viaggiatori e prendiamoci l’ora per migliorarci, per imparare può essere una buona idea!

  9. Il mio problema pi grosso è la mania del controllo: spesso se sento di non avere il pieno controllo di una situazione, tendo a tirarmi indietro. Forse è questo il mio freno più grosso.

    1. Author

      Ti capisco! Anch’io spesso sono frenata dall’ansia. Ma poi obbligo me stessa ad agire contro di essa. A volte abbiamo bisogno di fare un salto nel buio <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *