Tra i posti più visitati di Kyoto. Giorno 12 – Il mio diario di bordo

Sono molto entusiasta e carica. Il programma di oggi prevede alcuni dei posti più visitati di Kyoto e del Giappone.

Anche oggi la sveglia suona presto. Ci aspetta una visita molto interessante e non vedo l’ora di arrivare a destinazione.

Facciamo colazione comprando qualcosa al volo ad un 7 eleven. Siamo un po’ indecise riguardo i mezzi da prendere. Nonostante avessimo deciso la notte prima di optare per mezzi pubblici, alla fine prendiamo un taxi per risparmiare tempo.

Il santuario Fushimi inari- taisha immerso nella natura selvaggia.

Prima tappa di oggi, il santuario Fushimi inari- taisha dedicato al dio del riso, uno dei luoghi più turistici di Kyoto. Il tempio è molto suggestivo perché immerso completamente nella natura.

La struttura di questo tempio è molto particolare, costituito da una sequenza di torii, che salgono su per la montagna Inari.

I torii di Fushimi inari- taisha sono famosissimi in tutto il mondo.

Man mano che si sale, l’enorme massa di turisti diminuisce, dando la possibilità di realizzare scatti unici. Ci sono anche diversi punti fuori percorso che regalano viste sensazionali.

Tuttavia, come dicono i vari cartelli, bisogna stare attenti a scimmie o altri animali selvatici.

Arrivati alla vetta, senza perder tempo, ci organizziamo per raggiungere il Kiyomizu Temple. il tassista si ferma in una stradina molto affollata dicendo che non può proseguire oltre.

Via affollatissima che conduce alla vetta del Kiyomizu Temple.

In ogni caso, noi preferiamo scendere subito così da poterci godere i negozi di souvenir e cibi locali. C’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Alla fine di questa lunga via delle tentazioni, raggiungiamo il tempio avvolto da un paesaggio mozzafiato

Il sito è patrimonio dell’UNESCO e considerato anche tra le finaliste per le sette meraviglie del mondo moderno. L’entrata è a pagamento (solo 400 yen) e prevede anche la possibilità di suonare il gong.

Il Kiyomizu Temple è uno dei siti più visitati del Giappone.

Si sta facendo l’ora di pranzo, quando veniamo fermate da delle ragazzine giapponesi. La cosa sta diventando piuttosto frequente.

Ci dicono che sono delle studentesse di Osaka, e che vorrebbero intervistarci per un progetto scolastico. Acconsentiamo e le lasciamo molto entusiaste. Comincio quasi a sentirmi come una celebrità.

Visite dei luoghi più visti di Kyoto e piccoli intoppi…

Andiamo a pranzare in un ristorante vicino al tempio. Per la prima volta non sono molto soddisfatta del piatto: Soba con riso e tempura. Un piatto freddo, forse non troppo in linea con i miei gusti.

Percorso verso la foresta di bambù, uno dei posti più visti di Kyoto.

È ancora presto ma prima che faccia buio cerchiamo di raggiungere la foresta di bambù.

Purtroppo, nonostante online non se ne parli affatto, quando arriviamo, scopriamo che la foresta è chiusa perché devastata dal tifone.

Amareggiate, ripieghiamo per Gion, la via delle Geishe, anticipando la sua visita. Si tratta di un’altro dei posti più visitati di Kyoto.

Facciamo con calma, dato che abbiamo guadagnato più tempo. Di sera la via si illumina con tutte le sue lanterne creando un’atmosfera molto romantica.

La via delle Geishe prima che faccia buio.

Ci facciamo catturare dall’idea di affittare un kimono. Il prezzo parte da 3000 yen. In questo pacchetto le commesse del negozio ti vestono e acconciano nel modo appropriato.

Purtroppo, però si è fatto tardi e così rimandiamo l’idea a l’indomani. È ora di cena e non possiamo che andare a provare finalmente il sushi. Dopo una lunga ricerca troviamo forse un posticino carino e adatto a noi.

Nonostante ci guardino tutti come se fossimo nel posto sbagliato, il cameriere ci invita a sederci. Forse siamo capitate in un posto frequentato per lo più da una clientela maschile.

Sushi a Kyoto.

Ad ogni modo, presto tutti ritornano a guardare la partita di rugby nello schermo e noi ci accomodiamo. Il cameriere non parla inglese quindi cerchiamo di analizzare il menu da sole.

Ogni singolo pezzo va da 250 a 800 yen. Alla fine, opto per quattro pezzi di pesce differenti, per un totale di 1400 yen.

Passiamo una serata piacevole, ma siamo pronte per rientrare e riposare. Oggi abbiamo visitato alcuni dei posti più visitati di Kyoto, ma domani ci aspetta un tour molto affascinante di Osaka. Non vedo l’ora!

2 commenti

  1. Del Giappone non mi attira per niente la parte moderna, ma credo che questo itinerario mi piacerebbe molto perché più tradizionale. Quando vado lontano da casa mi piace scoprire una cultura diversa dalla nostra…

    1. Author

      La parte tradizionale è estremamente affascinante, ma ti assicuro che resterai stupita anche dalla parte moderna. Anche io la pensavo come te prima 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *